Ilaria Ronchi

Staff Image

Ilaria Ronchi ()

Docente - Istituto Sacro Cuore

Laureata con 110 e lode sotto la guida del M° Letizia Carletti presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia, ha frequentato per due anni il corso di formazione continua al CSI di Lugano sotto la guida del M° Mario Caroli e il corso di ottavino del M° Nicola Mazzanti a Firenze. E’ attualmente iscritta al master di primo livello in ottavino tenuto dal M° Mazzanti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. Ha partecipato a masterclass tenute da Mario Caroli, Michele Marasco, Giustina Marta, William Dowdall, e un corso di respirazione circolare di Stefano Parrino. Nel 2012 ha ottenuto il primo premio assoluto al concorso “Rotary club Teramo est” tenutosi ad Atri. Nel 2013 ha preso parte alla parabola da chiesa “Curlew River” di B. Britten diretta dal M° Jonathan Webb in occasione della Sagra Musicale Umbra; ha eseguito il Requiem di G. Verdi sotto la direzione del M° Carlo Palleschi. Ha fatto parte di un quintetto di fiati col quale ha realizzato Il Barbiere di Siviglia di Rossini, la Messa in Si minore di J. S. Bach e un concerto con musiche di Rossini e Britten su cortometraggi di Giannini e Luzzati e di Lotte Reiniger. Ha collaborato con I Solisti di Perugia eseguendo la Sinfonia “Haffner” e la Sinfonia “Praga” di Mozart. Si è esibita per due anni al Festival dei Due Mondi di Spoleto con musiche di Bach, Mozart, Prokofiev. Con un gruppo di musica da camera ha preparato l’Offerta Musicale e il Quinto concerto brandeburghese di J. S. Bach, eseguendoli in numerosi festival nonché in Vaticano durante l’udienza papale alla diocesi di Perugia. Ha preso parte ai concerti organizzati dalla Galleria Nazionale Umbra durante l’iniziativa “Una notte al museo”. Ha collaborato con l’Istituzione sinfonica abruzzese eseguendo il Magnificat in re maggiore di J. S. Bach. Infine ha realizzato l’opera “El cimarron” di Henze con il baritono Massimo Leoni ed eseguito al Museo del ‘900 la composizione “Cretto” di Alessandro Melchiorre, direttore del conservatorio di Milano.

Modules

0

Your Cart